DermSecure

DermSecure

DermSECURE

Nella vista dermoscopia a contatto, non esiste una struttura di dermoscopia identificabile. Un dermatologo saprebbe immediatamente che questo paziente deve essere visto di persona per una valutazione adeguata. Ma con quale priorità?

SIAscopy su DermSecure™ fornisce la risposta dove nessun altro sistema può.

Un dermatologo che guarda le viste pigmentate saprà che questa è una lesione pigmentata con deposizione di pigmenti pesante e irregolare nell'epidermide e nel derma. Inoltre, guardando le opinioni del sangue e del collagene, non c'è un normale apporto di sangue e nessun modello di collagene rassicurante per suggerire una diagnosi alternativa come una cheratosi seborroica (lesione benigna). Incorporando la storia clinica, un dermatologo può ragionare che questa è una nuova lesione pigmentata invasiva, assente da un normale apporto di sangue, che dovrebbe essere immediatamente asportata.

Questo melanoma nodulare è stato diagnosticato dal Dr. Trevor Champagne, Dermatologo

Cos' è la SiaScopia?

La SIAscopia misura la quantità di emoglobina, melanina e collagene nello strato corneo, epidermide e derma a una profondità di 2 mm e identifica se la melanina è presente nell'epidermide o nel derma. Le informazioni sono presentate come SIAscans, che mostrano come questi componenti variano sulla pelle.
SIAscopy utilizza il modo in cui la luce interagisce con la pelle - il modo in cui si disperde o rimbalza e la quantità assorbita dalle cellule e da altre strutture - e come questo varia per diverse lunghezze d'onda o colori della luce e si basa sulla tesi di dottorato di Symon Cotton. [1] [2] A causa della struttura multistrato della pelle, e poiché i cromofori più prominenti hanno proprietà spettrali che variano lentamente, è possibile generare modelli in grado di prevedere il metodo di trasporto della luce all'interno della pelle. Ciò consente l'analisi della pelle utilizzando tecniche spettrofotometriche a banda larga. Il dispositivo utilizzato per acquisire le informazioni è un SIAscope.
Per generare il modello, vengono eseguite simulazioni per centinaia di migliaia di diverse combinazioni di emoglobina, melanina, collagene e melanina dermica. Il risultato di ogni simulazione rappresenta il modo in cui la fotocamera risponderebbe se fosse per l'immagine della corrispondente combinazione di cromofori cutanei. Queste informazioni vengono memorizzate e quindi interrogate durante ogni scansione per generare SIAscan. Ogni SIAscan è una bitmap che rappresenta la concentrazione di ogni cromoforo su ogni pixel.
L'esempio SIAscan mostra un melanoma con una serie di vedute della patologia in vivo.
LA SIAscopia viene utilizzata nella diagnosi di melanoma e anche dall'industria cosmetica per testare e analizzare prodotti per effetti e reazioni.

Che cos’è l’analisi spettrofotometrica?

L’analisi spettrofotometrica o spettrale delle lesioni cutanee si riferisce all’uso di un dispositivo di imaging cutaneo per aiutare a valutare le lesioni cutanee pigmentate (talpe) e rendere più facile identificare e diagnosticare i melanomi maligni allo stadio precoce (tumori della pelle).

L’analisi spettrofotometrica è una forma avanzata di dermoscopia che utilizza un programma software per computer che calcola ed estrae informazioni sulle cellule e sulle strutture della pelle. Attualmente, la maggior parte dei dispositivi dermoscopici funziona utilizzando un potente sistema di illuminazione e una lente d’ingrandimento di alta qualità. La luce penetra nella pelle vengono scattate immagini fotografiche digitali profonde 20 micron e ingrandite. L’analisi spettrofotometrica fa un ulteriore passo avanti nella dermoscopia utilizzando un fascio di luce che penetra a una profondità di 2-2,5 mm (1000 volte più in profondità) sotto la superficie della pelle. Le immagini luminose scattate con una fotocamera digitale o uno scanner portatile vengono quindi inserite in un computer.

L’analisi spettrofotometrica funziona sul principio che l’energia luminosa viene assorbita e rimessa da particolari cellule bersaglio con colore (cromofori) nella pelle.

A cosa viene utilizzata l’analisi spettrofotometrica?

L’analisi spettrofotometrica viene utilizzata per aiutare nella diagnosi precoce del melanoma maligno. Nelle mani di esperti, è stato dimostrato di aumentare l’accuratezza diagnostica (sensibilità) da circa il 70% solo con l’esame clinico, al 95%.

Il SIAscope®

Il SIAscope è un tipo di spettrofotometro. SIAscope sta per Spectrophotometric Intracutaneous Analysis ed è un marchio di Astron Clinica Limited.

Il dispositivo emette luce visibile e infrarossa
Vari cromofori negli strati della pelle rispondono alla luce in modo diverso e rimandano indietro la luce rimessa
La melanina assorbe la luce ultravioletta
L’emoglobina (globuli rossi) assorbe la luce infrarossa
Il collagene assorbe e rimette la luce in tutto lo spettro corrispondente alle dimensioni e alla quantità di cellule collagene negli strati più profondi della pelle (derma papillare).
La luce riflessa ricevuta dallo spettrofotometro viene analizzata da un programma software per computer che calcola la quantità di luce assorbita a varie lunghezze d’onda.
Le immagini create dall’analisi computerizzato mostrano la presenza di melanina, sangue o cambiamenti di collagene nell’area esaminata. Ad esempio, i melanociti possono essere mostrati negli strati più profondi della pelle, che possono essere un’indicazione precoce del melanoma.

Analisi spettrofotometrica:

  • Utilizza uno scanner portatile (telecamera specializzata) posizionato sull’area della pelle in esame
  • Misura un’area di circa 11 mm per 11 mm
  • Può misurare melanina, emoglobina e collagene fino a 2 mm sotto la superficie della pelle
  • Fornisce un’immagine ad alta risoluzione e fornisce informazioni dettagliate sulle cellule e le strutture della lesione o dell’area della pelle in esame

 

 

Le immagini create dall’analisi computerizzato mostrano la presenza di melanina, sangue o cambiamenti di collagene nell’area esaminata. Ad esempio, i melanociti possono essere mostrati negli strati più profondi della pelle, che possono essere un’indicazione precoce del melanoma.

Questo piccolo nevo è un melanoma nodulare. È stato diagnosticato usando la SIAscopia su DermSecure™.

caret-down caret-up caret-left caret-right
Dermoscopia
Emoglobina
Pigmentazione
Pigmentazione Dermica
Collagene

This nodular melanoma was diagnosed by Dr. Trevor Champagne, Dermatologist

In the contact dermoscopy view, there is no identifiable dermoscopy structure. A dermatologist would know immediately this patient needs to be seen in person for a proper assessment. But with what priority?

SIAscopy on DermSecure™ provides the answer where no other system can.

A dermatologist looking at the pigmented views will know that this is a pigmented lesion with heavy and irregular pigment deposition in the epidermis and dermis. Further, looking at the blood and collagen views, there is no normal blood supply and no reassuring collagen pattern to suggest an alternative diagnosis such as a seborrheic keratosis (benign lesion). Incorporating the clinical history, a dermatologist can reason this is a new, invasive pigmented lesion, absent a normal blood supply, that should be excised immediately.